In Sardegna, ancora oggi, sono pochi i centri quali Sassari, Nulvi, Ploaghe ed Iglesias, che mantengono intatta l’antica tradizione dell’offerta dei ceri alla Vergine.

I candelieri di Ploaghe sono due e rappresentano rispettivamente i gremi dei Massai e dei Pastori. Ciascun candeliere è composto da tre parti.

La festa, citata e descritta ampiamente nel “Breve di Villa di Chiesa” del XIII sec. è stata ricostituita, nel 1995, in seguito al ritrovamento di una colonna di un Candeliere nella Cattedrale di Santa Chiara, Duomo della città.

La festa di Ferragosto ha alle spalle una lunga tradizione che risale al periodo della dominazione orientale e, da allora, è andata costituendosi come la più importante manifestazione religiosa e culturale di Nulvi.

Le città dei Candelieri.

Iglesias

Iglesias presenta un incantevole centro storico medioevale, a cui col tempo si sono fusi elementi culturali molto diversi.

Segue

Nulvi

Nulvi è posto alle pendici del Monte San Lorenzo da cui si può ammirare larga parte dell’Anglona, una delle regioni “storiche” della Sardegna.

Segue

Ploaghe

Ploaghe conta 4.816 abitanti. Sorge a 425 metri sopra il livello del mare ai piedi di un vulcano spento (il Monte San Matteo).

Segue

Sassari

Sassari, ubicata al centro della vasta regione a Nord-Ovest della Sardegna, è con i suoi 129.000 abitanti, la seconda città dell'isola.

Segue